Data Analytics tramite Wi-Fi / FastSense/ FastPark

Proponente Fastweb
Durata sperimentazione TBD

Data Analytics tramite Wi-Fi
Uno dei principali vantaggi legati alla realizzazione di un’infrastruttura di Wi-Fi Pubblico, oltre a quello di mettere a disposizione della cittadinanza un accesso ad internet gratuito come sponsorizzato dalla Comunità Europea tramite il progetto WiFi4EU, è quello di poter raccogliere dati di varia natura per alimentare una piattaforma di Big Data.
Per questo motivo Fastweb lancia il progetto Presence Analytics, una soluzione finalizzata ad analizzare dati raccolti attraverso l’infrastruttura di Wi-Fi Pubblico disponibile all’interno del Comune di Torino. Tali dati, opportunamente anonimizzati, spazieranno dal semplice people count all’analisi dei flussi di mobilità, agli indici di pedonabilità, alle matrici di provenienza/destinazione, che rappresentano un set di statistiche utili per consentire al Comune di analizzare come la popolazione si muove sul territorio ed usufruisce dei servizi offerti. Il vantaggio di questa soluzione è che per la raccolta di alcuni di questi dati non sarà necessario che il cittadino sia connesso alla rete Wi-Fi comunale, in quanto basterà semplicemente che abbia attivato il modulo Wi-Fi sul proprio terminale.
Il progetto Presence Analytics prevede l’integrazione dell’attuale infrastruttura Wi-Fi del Comune con una piattaforma di Captive Portal in near real-time che, analizzando la concentrazione dei terminali Wi-Fi, permetterà di ricostruire il dettaglio dei flussi di traffico pedonale all’interno del territorio comunale evidenziando con heatmap le aree con elevata concentrazione. La stessa piattaforma consentirà di esportare i dati raccolti verso una piattaforma di Big Data Analytics di terze parti esterna.
I benefici potenziali del progetto sono legati ad una più facile analisi di concentrazioni anomale di cittadini che possono causare problemi di ordine pubblico e ad una migliore pianificazione della distribuzione dei mezzi pubblici all’interno del territorio comunale. Se affiancata da ulteriori algoritmi specifici, la soluzione permetterà di stimare anche consumi energetici, idrici, di inquinamento e di produzione di rifiuti.

FastSense
Nel corso del 2017, in 39 capoluoghi di provincia italiani è stato superato il limite annuale per le polveri sottili di 35 giorni con una media giornaliera superiore a 50 microgrammi/metro cubo. La città di Torino è particolarmente sensibile alla tematica dell’inquinamento e dello smog acustico ed ha la necessità di garantire un maggior confort ambientale ai propri cittadini.
Il rilevamento puntuale di parametri ambientali e acustici rappresenta il punto di partenza per ottenere un quadro dettagliato della situazione relativa all’inquinamento atmosferico e acustico a Torino, strumentale allo sviluppo di strategie che mirino alla sua riduzione. Nell’ambito della sperimentazione FastSense, Fastweb intende installare in determinate zone della città 2-5 stazioni meteo per la rilevazione dei parametri ambientali e 2-5 sensori di rumore per la raccolta di dati, che alimenteranno una piattaforma di analytics a supporto di analisi e decisioni da parte dell’Amministrazione.
I sensori misureranno temperatura, umidità, direzione e intensità del vento, concentrazione di PM10, PM2.5, PM1, CO, NO2, VOC, Ozono, SO2 e il livello di rumore. La trasmissione dei dati avverrà ogni 5 minuti. I dati raccolti potrebbero essere resi fruibili tramite dashboard online e mobile app per il controllo in real-time del livello di emissioni e di inquinamento acustico, e supporteranno l’amministrazione cittadina nella definizione di nuove policy per il miglioramento della qualità della vita dei cittadini.

FastPark
Una delle principali cause di traffico nelle città è il “traffico parassita”, rappresentato da auto in cerca di parcheggio. La ricerca prolungata di un posteggio libero comporta perdite di tempo e di denaro per i cittadini, influenzando negativamente la loro qualità della vita.
Per questo motivo Fastweb lancia il progetto FastPark, una soluzione Smart Parking finalizzata a ridurre il traffico e le emissioni, ottimizzare il processo di ricerca di parcheggio e generare Big Data sulla mobilità. Tali dati consentiranno di prendere decisioni strategiche più efficienti relative al trasporto pubblico dei cittadini, compatibilmente con gli obiettivi di riduzione delle emissioni fissati dall’accordo COP21 stipulato a Parigi.
Il progetto FastPark prevede l’installazione di sensori e telecamere per il monitoraggio dell’occupazione dei posti auto cittadini. I dati generati alimenteranno una piattaforma di analytics a supporto di analisi e decisioni da parte dell’Amministrazione, che consentirà di avere una panoramica in tempo reale sullo stato di occupazione dei parcheggi e dei flussi di mobilità cittadini. Le potenziali evoluzioni del progetto includono lo sviluppo di un’app a disposizione dei cittadini per permettere una più facile individuazione dei posteggi vuoti, il pagamento dei parcheggi e l’identificazione dei percorsi più efficienti verso i posteggi vacanti che ridurrà il traffico parassita. Inoltre, i Big Data prodotti supporteranno l’amministrazione cittadina nella definizione di nuove policy di gestione della viabilità.
Un’applicazione evolutiva di tale scenario prevede lo sviluppo di strumenti analitici predittivi per determinare l’impatto di tariffe dinamiche per i parcheggi (dynamic pricing) basate sui loro livelli di occupazione e sui flussi di traffico cittadini per venire in contro alle esigenze di mobilità della popolazione.