Bando IoT IoD: al via la sperimentazione Tellingstones

Passeggiando per i quartieri di San Salvario, Aurora e Centro potrete scoprire curiosità e storie legate alla nostra città e ai suoi luoghi grazie alle “pietre che parlano”: dislocate in diversi punti e monumenti di Torino sono in grado di raccontare storie ai passanti inviando le informazioni direttamente ai loro smartphone. Tutto questo in modo discreto, e totalmente rispettoso della privacy.

Si tratta della sperimentazione di Tellingstones, che unisce tecnologia e storytelling per il turismo di scoperta della città, con l’ulteriore importante obiettivo di connettere turisti e residenti all’eco-sistema delle piccole e medie imprese che operano nel mondo dell’accoglienza turistica. In particolare, nella zona Aurora l’obiettivo è creare occasioni di rigenerazione urbana attraverso un video-racconto delle cucine etniche diretto dal regista Stefano Di Polito con il coinvolgimento delle famiglie di immigrati residenti nel quartiere.

La soluzione si basa sul’utilizzo dei “beacon” – piccoli dispositivi wireless che, nella loro versione più semplice, trasmettono via Bluetooth Low Energy, periodicamente, pacchetti di dati a smartphone e tablet presenti in prossimità – che possono essere installati in posizioni fisse o “indossati” dalle persone, per fornire all’utente informazioni turistiche e culturali contestualizzate.

La sperimentazione è realizzata da Espereal Technologies, una start up innovativa specializzata in soluzioni dedicate al turismo urbano ed al cosidetto “crowd sensing”, che si rivolge direttamente ai Comuni per facilitare l’individuazione anticipata di segnali di possibili situazioni di rischio per le persone durante i grandi eventi.

I luoghi in cui sono installati i beacon sono visualizzabili nella mappa sul sito www.tellingstones.org.